Da Ancona alla Grecia , un seme marchigiano in un’ eccellenza greca

Ad  Atene ho avuto modo di visitare Theotokos Foundation, un centro di eccellenza dedicato a bambini, adolescenti e giovani adulti affetti da disabilità psicofisiche.

Il legame tra il nostro territorio e questo ente è rappresentato dal suo direttore, il dottor Jannis Papakonstantinou, specialista in psichiatria infantile, che ha iniziato gli studi universitari proprio ad Ancona presso la Facoltà di Medicina dell’Università Politecnica delle Marche. In Ancona e nelle Marche il dottor Papakonstantinou si è trovato bene, tanto che è rimasto legato a questo territorio, dove ha trascorso gli anni dal 1979 al 1983, conservando legami con le amicizie strette allora.  Io sono tra questi amici e nel mio ultimo soggiorno nella capitale greca Jannis ha voluto farmi visitare il centro che dirige.

Si tratta di un complesso di strutture che sorgono nel quartiere Ilion a nord est della città, armoniosamente distribuite su ben 5 ettari e immerse in un microclima ideale in quanto confinanti con il grande Parco Ecologico Tritsis.

 

In questa vasta area sorgono uffici, ambulatori, bar, ristorante, cucine, cantina, aule informatiche, teatro da 240 posti, palestra, campi di tennis di atletica e di pallacanestro, orti, serre e ben 23 laboratori, tra cui giardinaggio e orto, falegnameria, cucina, ceramica, manutenzioni immobiliari, servizi di segreteria, informatica, riciclaggio della raccolta differenziata dei rifiuti, ecc. Vi lavorano 103 dipendenti, di cui 60 costituiti da personale scientifico.

Attualmente il centro ospita in attività diurne 382 ragazzi, di cui 22 di età dai 2 ai 5 anni, e 360 dai 6 fino ai 35 anni. Ogni piano di intervento riabilitativo è personalizzato e condiviso con ragazzi e genitori.

L’impegno a Theotokos del dottor Papakonstantinou, iniziato circa 8 anni fa, ha introdotto significative e innovative riforme per superare una situazione stagnante di un sistema chiuso e di natura sostanzialmente solo assistenziale che datava dagli anni ‘90. Ha iniziato con un laborioso riordino di ruoli e mansioni del personale. Questo ha permesso poi di instaurare contatti e collaborazioni con enti locali, associazioni e università, la partecipazione a progetti europei, la creazione di nuovi laboratori, l’istituzione di tutoraggi per la responsabilizzazione dei ragazzi nella manutenzione della struttura e per il loro avvio al lavoro, la digitalizzazione di tutti i documenti relativi al funzionamento della Fondazione, l’introduzione di sistemi di monitoraggio e valutazione di tutti i servizi offerti.

Una innovazione di particolare rilevanza riguarda la collaborazione con la municipalità locale, che conta circa 100.000 abitanti, per lo screening a tappeto in tutti gli asili nido finalizzato alla diagnosi precoce dei disturbi della crescita attraverso colloqui e test distribuiti ad ogni bambino e ad ogni genitore. Ha poi introdotto lo sviluppo di progetti di collaborazione, di organizzazione e di partecipazione a studi e convegni anche a livello internazionale. Con le Università di Atene e di Cipro ha stipulato contratti di cooperazione attraverso i quali il Centro Theotokos accoglie gli studenti in formazione e stage.

I laboratori sono concepiti in modo da accogliere le più varie inclinazioni e attitudini e rappresentano attività consuete e altre più avanzate, tali da costituire un efficace viatico verso l’inserimento lavorativo.  Di prossima realizzazione sarà il laboratorio di stampa tridimensionale e a tal proposito sono state avviate trattative con una Ong che si dedica alla pulizia del Mediterraneo dalla plastica pregiata riciclabile, in modo da utilizzarla per la creazione di oggetti di vario uso.

Ogni ragazzo insieme al servizio di riabilitazione riceve una istruzione pratica di lavoro, che sperimenta nei laboratori. Il centro è in grado di offrire formazione per ragazzi e operatori, educazione e sostegno, supporto alla famiglia, terapie di gruppo, educazione sessuale, istruzione informatica, art therapy, musicoterapia, pet therapy, yoga, avviamento al lavoro e tutoraggio.

Energie e risorse sono dedicate anche alla ricerca e alla sperimentazione di metodi innovativi per la didattica. Ho assistito ad una prova di un video commissionato da Theotokos alla società Kinems, specializzata per la produzione di giochi informatici educativi interattivi, il cui direttore, Simon Retalis, ha lavorato insieme agli esperti della struttura per creare uno strumento per l’apprendimento di varie materie da parte di soggetti affetti da autismo attraverso video in grado di leggere a distanza i movimenti del corpo. Tale programma registra i progressi di ciascun soggetto, costruendo un report qualitativo e temporale, che offre un monitoraggio analitico dell’andamento per ciascuna materia. Tra l’altro questo pacchetto è noleggiabile a costi relativamente contenuti e può essere richiesto anche in lingua italiana alla sede della Kinems in California. Veramente interessante e originale e credo di formidabile efficacia.

 

Insomma ho apprezzato parecchio questa struttura funzionale, ben diretta e anche bella, con i suoi grandi spazi verdi rigogliosi e ben tenuti e i suoi edifici accoglienti e confortevoli.

Un grazie a Jannis Papakonstantinou, alla sua profonda professionalità, che gli permette di essere anche consulente per la riforma sanitaria, incarico ricevuto dal precedente governo e confermato dal nuovo.  Con l’augurio che voglia e possa esportare la sua esperienza anche nel nostro territorio, luogo che ha visto i primi passi della sua preparazione.

 

Carla Virili

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *